Quel ramo del lago di Como…

Settembre, domenica mattina. Il lago, il sole caldo che buca le nuvole, la villa che appare all’improvviso, le statue, il giardino ondulato e ombroso, i passaggi segreti, la passione di un eccentrico viaggiatore, le terrazze a strapiombo, il rampicante centenario, lo stupore e l’ammirazione.

2

Continua a leggere

New York New York

Ricordi sparsi di un viaggio romantico a New York, febbraio 2010.

I grattacieli. La Grand Central Station. Il junk food. Il musical del Re Leone a Broadway. Il fumo che sale dalla strada. Il naso all’insù. Le curve del Guggenheim. La neve a Central Park. I taxi gialli. Il caffè di Starbucks. I negozi sulla Fifth Avenue. La vetrina di Tiffany. La retrospettiva su Tim Burton al MoMa. Il vetro e l’acciaio. La cattedrale di Saint Patrick. L’Apple Store. Le statue al Metropolitan. I souvenir. La bandiera americana. Il freddo pungente. Le cisterne sui tetti. Il regno dei giocattoli di Fao Schwarz. I baci in Times Square.