Sending you love

Ho scelto apposta di non pubblicare questa profusione di cuori proprio il giorno di San Valentino, perchè le rete ne era già fin troppo invasa! Ma ora, eccoli qui: per i biglietti che ho realizzato per la festa più romantica dell’anno, cuori come se piovesse:  disegnati a mano o ritagliati nella carta, nel feltro, nella stoffa, persino nei tovaglioli. E poi, per non farmi mancare niente, ho aggiunto nastri di organza, bottoni di svariati colori e mollettine di legno.

sending-you-love all-you-need-is-love buttons-heart cuori-appesi cuori-in-scatola felt-love feltro-e-bottoni forever-in-my-heart lui&lei mazzo-di-cuori

My September on Instagram

Settembre si è subito presentato con un cielo che, in poche ore, da sereno è diventato molto, molto nuvoloso. Naturale pensare subito all’autunno e ai suoi colori.

E a proposito di borse e accessori, anche quest’anno io e Flavia abbiamo fatto un salto alla Vogue Fashion’s Night Out: per non trovarci di nuovo nella calca di Via Montenapoleone questa volta abbiamo optato per Corso Vittorio Emanuele, ma non abbiamo ritrovato la stessa allure e lo stesso scintillio. Comunque Milano è sempre Milano e i vestiti, nelle vetrine illuminate, acquistano un fascino particolare.

E quanto è bello veder crescere i propri nipotini, accompagnarli nella scoperta di un libro, di un gioco, della vita.

Mi piace pensare alle ragazze come a vecchie amiche, di cui non ci si stanca mai di ascoltare storie di amori felici o frustrati, di famiglie che nascono, di lavori che finiscono. E C’è post@ per te è un film che devo rivedere almeno una volta all’anno: dopo dodici anni le battute le so a memoria, ma noto sempre qualche particolare che mi era sfuggito (la federa con le margherite in una delle prime scene, per esempio).

Settembre è stato il mese dei nuovi progetti: grazie al workshop lomography, per esempio, ho passato un pomeriggio a scattar foto per impratichirmi con la Diana (fantastica la mia versione Zebra, vero?!). Tornare all’analogico non è facile, soprattutto per una come me che con la Canon è capace di fare 100 foto in un paio di ore. L’esperimento è riuscito solo in parte, credo di aver combinato un guaio togliendo il rullino (e chi si ricordava come si fa??), ma questo è un altro post.

E poi, un piccolo progetto che ho in mente e di cui vi parlerò più avanti, e che come potete capire riguarda biglietti e bigliettini per ogni occasione (ora sono particolarmente lanciata con il Natale, a dire il vero).


Settembre, infine, è stato il mese del cambiamento: a malincuore abbiamo dovuto rinunciare al nostro piccolo ufficio, che per un anno e mezzo avevamo chiamato casa, con i fiori, le cornici con le foto sulle scrivanie, le cartoline, le tisane, il tappeto di yoga nell’armadio, il rossetto nel cassetto.

Chissà cosa mi riserverà Ottobre! Stay tuned!

E se vi va, seguitemi su Instagram @martagrace