Cuori, nastri e campanelli

Cinque cuori uguali per cinque amiche per la pelle.
Per realizzarli ho scelto colori tenui e naturali: feltro bianco, nastri grigi ed ecru e ho aggiunto un campanellino per un tocco di allegria.
I nastri e i campanelli li ho acquistati da Naturalmente Casa, un piccolo ma fornitissimo negozio di tessuti e complementi d’arredo, con oggetti e idee regalo realizzati a mano, dove mi capita di prendere ispirazioni per le mie creazioni, come per questi cuori.

image
image
image
image
image

My March on Instagram

cosmoprof-ok

SERATA-BOLOGNA-ok

feltro-ok

fai-ok

nebbia

albero-ok tavola-ok

SILVIA-ok

1. Da sei anni ormai partecipo, con vari ruoli e per diversi motivi, al Cosmoprof, la più importante fiera al mondo del settore cosmetico che si svolge a Bologna. In questa edizione ricoprivo, per la prima volta, la funzione di commerciale…l’anno prossimo chissà!

2. E’ bello, dopo una lunga giornata in fiera, perdersi per le viette del centro di Bologna alla ricerca di un posto nuovo dove cenare e scoprire una macelleria-taverna come questa.

3. Approfittando di un’imperdibile occasione on-line, ho ricevuto ben 40 tagli di feltro colorato, che vanno ad aggiungersi alla mia “collezione” di nastri, bottoni, stoffe, carte e colori che uso per realizzare biglietti e pacchetti regalo.

4. Nuovo mese, nuovo evento organizzato dal Gruppo Fai di Crema. Stavolta abbiamo portato mille persone in due giorni in uno dei più bei palazzi settecenteschi della città, di solito chiuso al pubblico. Erano le Giornate Fai di Primavera, anche se ha piovuto come fossimo a novembre.

5. E a proposito di novembre, questo era il cielo al 31 marzo, giorno di Pasqua. Più che altro veniva voglia di mangiare il Panettone!

6-7. Per portare un po’ di colore almeno in casa, ho realizzato un albero di Pasqua e una giallissima decorazione floreale sulla tavola.

8. Dopo tanta attesa, finalmente è cominciata la nuova stagione di “Fiori, colori e decori”, amatissimo programma di Silviadeifiori: block notes in una mano e macchina fotografica nell’altra, temo di essere nuovamente ricaduta nel mio vizio!