Un cestino per il pane (o per tutto quello che vi viene in mente!)

Per questo Natale, oltre alle decorazioni da appendere all’albero, ho avuto l’occasione di realizzare altri oggetti, che sicuramente proporrò anche in altri periodi dell’anno.

Ecco il primo: un’amica mi ha chiesto un cestino per portare il pane sulla tavola natalizia. Ho optato per il feltro rosso e quello verde; utilizzando colori diversi potrebbe diventare un portaoggetti da usare tutto l’anno.

cestino1

cestino2 cestino3 cestino4 cestino5 Continua a leggere

My August on Instagram

COMPLE1 MANI MANI2 RICETTA ZOO TORTELLATA NIPOTI TRIO MILANO1 MILANO2 MILANO3 FELTRO AUSTRALIA

1) Happy birthday to me!

2-3) manine che disegnano e manine disegnate

4) esperimento culinario: riuscito!

5) bambini&animali

6) a Crema è davvero estate se almeno per una sera mangi i tortelli in piazza

7) bambini&zie

8-9-10) domenica a Milano con tris di mostre

11) le mie prime creazioni in feltro per Natale: tra poco si vende!

12) direttamente dall’Australia nastrini colorati e washi tape per rendere ancora più speciali i tocchidigrace

Fornelli di Grace: pancakes

Ingredienti per 4 persone – 15/20 pancakes

200 gr farina
8 gr lievito
2 uova
250 ml latte
25 gr burro fuso
15 gr zucchero
sale

pancakes3

Miscelate la farina, il lievito, il sale e lo zucchero.
Montate a neve gli albumi e metteteli da parte; sbattete anche i tuorli fino a renderli schiumosi. In una ciotola unite latte, burro fuso e tuorli d’uovo.
Mescolate insieme gli ingredienti liquidi con quelli solidi fino ad ottenere un composto omogeneo, poi aggiungete gli albumi montati a neve.
Lasciate riposare il composto in frigo per 30 minuti.

Ungete una piccola padella con una noce di burro, versare un mescolino di impasto lasciandolo espandere sulla superficie. Cuocete fino a quando il pancake si scurisce, quindi girate con una spatola e terminate la cottura sull’altro lato.

pancakes2

pancakes4

Servite i pancakes con sciroppo d’acero.

pancakes1

Duemilacredici

Beh, è inutile avere un blog se non pubblichi un post sui buoni propositi d’inizio d’anno! Il mio è semplicemente quello di riuscire a riorganizzare il mio tempo libero. Da qui a cascata un lungo elenco di cose che vorrei realizzare quest’anno nel suddetto – e striminzito – tempo libero: aggiornare con più costanza il blog, seguirne tanti altri per copiarli trarne ispirazione, concretizzare le decine di progetti fotografici che ho in mente, impratichirmi nelle decorazioni floreali, realizzare biglietti per tutte le occasioni cercando di allargare un po’ il mio pubblico, sperimentare nuove ricette e nello specifico realizzare qualche dannato cupcakes con mia sorella (è inutile avere un blog se non pubblichi foto di cupcakes fatti da te), creare giochi handmade per i miei nipotini, andare più spesso nella grande città (leggi: Milano) a scoprire negozi, cose, persone.

Duemilacredici.

 

 

 

 

Andar per salami…

Una bella mattinata passata con gli amici nella campagna parmense, in occasione del November Porc, una rassegna gastronomica che si svolge nei weekend novembrini nella zona del culatello. Lo slogan dell’evento è “speriamo ci sia la nebbia“: quella domenica la nebbia non si è vista, ma il cielo plumbeo ci ha aiutato ad entrare nell’atmosfera autunnale. 

Gli stand sono un vero tributo alla carne di maiale in tutte le sue forme: culatello, spalla, salami, coppa, prete, ciccioli, piedini… Ma offrono anche polenta fritta, olive, funghi, frutta, vino rosso, verdure di stagione, dolci, cioccolato, formaggi. Colori, odori e profumi si mescolano tra loro, una delizia per gli occhi e il palato!

Per il pranzo ci siamo spostati a Busseto, nella storica salsamenteria verdiana: affettati e salse da gustare col pane tipico e da accompagnare con un buon lambrusco, servito rigorosamente in tazze di ceramiche.

Fornelli di Grace: torta al cioccolato e amaretti


Avevo in casa degli amaretti da finire e sfogliando un vecchio quaderno di ricette ho trovato questa.

200 gr di burro
200 gr di zucchero
200 gr di amaretto
100 gr di cioccolato fondente
300 gr di farina
2 uova
1 bustina di lievito
1/2 bicchiere liquore all’amaretto
un po’ di latte

In una capiente ciotola sbattere a lungo le uova con lo zucchero, poi unire il burro fuso, la farina e il lievito, aggiungendo, se serve per amalgamare, latte o liquore.
A parte tritare finemente il cioccolato e gli amaretti.

Aggiungere il trito all’impasto, conservandone un po’.
Mescolare bene, aggiungendo tutto il liquore rimasto, versare l’impasto in una tortiera imburrata e infarinata.
Cospargere la torta con il trito avanzato e infornare a 180°-200° per 30 minuti.

My October on Instagram

Ottobre è stato il mese delle novità: nuovi arrivi in famiglia, un nuovo lavoro, nuove ricette, nuovi interessi.


A pochi chilometri da Crema, dove vivo, c’è un piccolissimo paese con un importante valore storico-culturale: vi si trova infatti una pieve romanica del IV secolo a cui si aggiungono i resti di una villa romana costruita nello stesso periodo. Non li avevo mai visitati prima (a parte la pieve, dove si è sposata mia sorella): spesso facciamo centinaia di chilometri per visitare le bellezze artistiche di altre città, quando proprio vicino a noi ci sono piccoli tesori.


Il 09 ottobre è nato il fratellino di Amélie (che avete conosciuto qui): da un pupo di 4 kg ci aspettiamo tutti grandi cose! Benvenuto!


Come per la campagna piatta e ripetitiva della Pianura Padana, anche per la nebbia provo sincero affetto: certo, se devi spostarti è davvero antipatica e poi ti si insinua fino alle ossa, ma io la trovo affascinante e sensuale, per quel suo potere di nascondere alberi, case e strade.


Prima lezione teorica del nuovo corso di fotografia organizzato dagli amici di Met Levi: curiosi di vedere i risultati della parte pratica? Stay tuned!


Il 21 ottobre si è svolta la prima “maratona degli occhi” organizzata dal Fai in 70 città italiane, tra cui Crema. Il mio banco di prova come volontaria: cielo terso, ultima domenica di sole, 150 partecipanti…un successo!


Un super frisee per festeggiare gli anni ’90 in una festa a tema: a breve un post con tutti i particolari!


Avevo chiuso il post di settembre con la foto del mio ufficio nudo e spoglio; chiudo questo post con la foto del mio nuovo ufficio: nuovo lavoro, nuovi colleghi, nuova sfida!

E se vi va, seguitemi su Instagram @martagrace