Pinterest Inspirations: Apple

1) Daily inspiration colours from creaturecomfortsblog.com via Marta Grace

2) Apple rubber boots from shop.nordstrom.com via Karen Swearingian Brown

3) Cushion from pomme-groseille.fr via Marta Grace

4) Vintage French Pomme Enamel Mugs from etsy.com via lesMoutaines Bêêêêê

5) Apple lunch box from modcloth.com via Nicole Vaughan

6) Dress from etsy.com via Katie and Chris Apple

7) Kill Apple Pattern from facebook.com via Nach Acosta

Pinterest Inspirations: Birds

1) dress by glamorous from girlnextdoorfashion.net via toi

2) poster from etsy.com via Kate Makiela Boffo

3) cushions from google.com via Kyrstin Vana

4) flamingo lampshade from iamintothis.com via Lucía R. Soto

5) birds ceramic mug from etsy.com via Jenny Stoecker

6) tea bird from wishlist.soup.io via Claudia Adorno

7) clutch from modernhepburn.tumblr.com via Jenny Stoecker

Vetro, sole e acciaio

Qualche giorno fa sono stata per lavoro al quartiere fieristico di Rho: era la prima volta che vedevo questa bellissima struttura di vetro e acciaio e non potuto non innamorarmene. Il sole giocava con i tagli squadrati delle vetrate e le rotondità di strani dirigibili d’acciaio. L’acqua nelle grandi vasche rifletteva la luce che penetrava dal soffitto. Le enormi pareti rosse brillavano, giocando con il celeste di un cielo terso e limpido.

Sei blog che amo

Per questioni di tempo non riesco a seguire moltissimi blog, ma ce ne sono alcuni a cui sono particolarmente affezionata e che seguo con interesse. Come spesso mi capita di fare con le cose che mi appassionano, esagero e non mi limito a seguire i blog, ma ne divento fan su facebook, ripinno spasmodicamente tutti i loro pin, commento le foto su instagram. Siamo al limite dello stalking.
Comunque, per lo più si tratta di ragazze trentenni che invidio perchè a) fanno sempre delle bellissime foto; b) hanno sempre idee fantastiche sui post da pubblicare (che io poi copio diligentemente); c) fanno con successo il lavoro che hanno sempre sognato; d) inevitabilmente, anche se non sono del settore ma visto che hanno molto gusto, si occupano di design/arredamento; e) vivono/hanno vissuto all’estero (anche quelle italiane); f) sono anche brave in cucina, giusto per non farsi mancare niente.

Di alcuni blog ho già parlato, per esempio quando ho dato il via alla rubrica Pinterest Inspirations: passo metà delle mie serate a pinnare convulsamente ma non mi era nemmeno passato per la testa di farne una rubrica, ovviamente ho copiato mi sono ispirata ad una di loro.

Ho cominciato a seguire Ma che davvero? un paio di anni fa, sull’onda dell’entusiasmo della mia sorella con pancia in crescita e della mia amica Flavia quellachenonvuoleaverefigli. Se è piaciuto subito a due persone così diverse ci dev’essere un motivo! Mi piacciono moltissimo gli scatti alla sua bimba, Viola, perchè per scelta non riprende mai il volto intero, ma questo rende ancora più dolci e teneri i suoi gesti. Vorrei riuscire a fotografare in questo modo Amélie, la mia nipotina di 18 mesi, ma finora non ho avuto molto successo: quando vede una macchina fotografica preferisce essere dall’altra parte dell’obiettivo! Wonderland (alias Chiara Cecilia Santamaria) ha un paio di anni in più di me e tante volte mi ritrovo nelle sue riflessioni sulla nostra generazione. E’ romana, e questo la rende simpatica a priori, ha uno stile di scrittura molto fresco e frizzante. Da qualche tempo vive a Londra e io la odio un pochino di più.

Creature Comforts è la mia quotidiana fonte di ispirazione per il blog: se potessi, copierei tutte le sue rubriche, ma per ora mi sono limitata a quella di Pinterest Inspirations. Leggendo le sue parole e osservando le sue foto, capisco che è una donna dolce, con un gusto semplice ma raffinato. Pubblica numerosi post alla settimana e sono uno più bello dell’altro: dalle ricette ai pacchetti regalo handmade, dai suggerimenti su chi seguire in Pinterest alle foto i cui colori la ispirano, per quel giorno. Mi piace molto anche la rubrica Wares to wear, dove immagina un outfit ispirato all’arredamento di una stanza (perchè non vengono a me queste idee??). Eccone un esempio:

Come spiega nella sua biografia, il fotografo Scott Shuman ha dato vita a The Sartorialist “per creare un dialogo a due tra il mondo della moda e il suo rapporto con la vita di tutti i giorni”. Il risultato sono scatti che Shuman realizza tra New York, l’Italia, Parigi e Londra: è la celebrazione dello stile personale, fatto di abbinamenti a volte azzardati, di gesti che definiscono un carattere, di desiderio di osare sentendosi a proprio agio anche in un gile oversize di pelo blu.  

Kellie, che ha creato pochi mesi fa il blog Le Zoe Musings, è una trentenne americana di origini vietnamite, con un marito che viaggia per affari ma che sa pure costruire armadi, divani e tavoli e una bimba dolcissima di un anno. Ha nove fratelli e sorelle ed è sempre in giro per gli Stati Uniti per il matrimonio di una sorella e il battessimo del figlio di un cugino. Ama cucinare cibi orientali, ama il caffè e il thè tanto da aver creato dei poster tematici che vende su Etsy, ama il design e per diletto aiuta le amiche ad arredare la casa, ama i fiori del suo giardino ma soprattutto adora la moda, per lo più i grandi marchi italiani. Oltre alla foto qui sotto (il suo nuovo spazio di lavoro, credo sia un’informatica), vi invito a leggere il post in cui racconta la cameretta della figlia. Quando ho visto i cubi di legno laccato appesi alle pareti per esporre le scarpine non ci potevo credere! Sì, forse è un tantino esagerata e a volte sfiora la tamarraggine, ma a me piace lo stesso!   

Emilie (il suo blog è Griottes) è una ragazza francese di 26 (!) anni, appassionata di cucina e decorazioni culinarie. Mi fa venire in mente Il Pranzo di Babette. Quando fotografa una ricetta, non si limita a realizzare una buona inquadratura (e visto quello che è in grado di sfornare basterebbe!) ma crea un’intera scenografia, che ancora di più fa calare il lettore nell’atmosfera di un pranzo in famiglia, di un pic-nic in un campo di grano, di una festa di bambini. Sul suo blog ha selezionato le ricette per colore e ha persino creato uno schema pantone utilizzando i colori di frutta e verdura.

Rosaspina Vintage è la mia ultima scoperta. Io non ho uno stile particolare che mi caratterizza, però mi piace ammirare chi sa essere sempre coerente con quello che gli piace, si tratti di abiti, oggetti o modi di fare. Alessandra, questo il vero nome, abita a Torino, fa l’illustratrice di libri per bambini, vive col suo fidanzato-collega e due gatti e, evidentemente, ama molto tutto ciò che è vintage. Mi piacciono molto le sue foto, hanno tutte un’atmosfera retrò che profuma di semplicità e dolcezza.

Voi che blog seguite con particolare attenzione? Segnalateli, non si finisce mai di scoprire quanto di bello ci offre il web!

Pinterest Inspirations: Kids

Sarà che ogni tanto vorrei essere ancora una bambina per poter abbracciare un peluche quando sono triste.
Sarà che mi piace guardare le camerette dei bambini immaginando come vorrei arredare quella per i figli dei miei sogni.
Sarà che qualche giorno fa la mia nipotina di 17 mesi per la prima volta alla domanda “lei è la zia…?” ha risposto “Mata!” (leggi Marta) e io quasi scoppiavo a piangere.
Sarà che tra un mese arriverà il suo fratellino.
A loro due dedico questo post ispirato dalle immagini scovate su Pinterest.

1) posters from printspace.com.au via Louise Comrie
2) penguins from purlbee.com via Ashley Isenhour
3) little fox from manomine.net via mrs. french *
4) 2 Bears, stuffed print from vi.sualize.us via mrs. french *
5) cushions from janefosterblog.blogspot.co.uk via Ipshita (Minor Edition)
6) pocket pillow case from elsiemarley.com via Griottes ♥
7) ferm living spring 2011 from happymundane.com via Griottes ♥
8) clothes from blogs.babble.com via Ez Pudewa
9) children bedroom from okkarohd.blogspot.com via  toi
10) wardrobe via Evi .

Geometrie urbane

Riguardando le foto scattate negli ultimi 5-6 anni (cioè da quando faccio foto) nelle città che ho avuto l’occasione di visitare, mi sono accorta di aver bloccato sempre l’obiettivo su due dettagli: l’uso del vetro nell’architettura urbana e la contrapposizione stilistica tra antico e moderno. L’apoteosi si raggiunge quando in un grattacielo supermoderno di vetro si specchia un palazzo del Settecento.

Su tutto, mi piace fotografare quelle che chiamo geometrie urbane, utilizzando gli elementi architettonici o tagliando le inquadrature in maniera particolare.

New York: Apple Store 5th avenue – MoMA – grattacieli

Oslo: Opera House

Parigi: il Louvre visto dalla piramide – Centro della Cultura Araba – Centre Pompidou – Musée d’Orsay – vista su Montmartre dal Centre Pompidou

Londra: British Museum – More London – Covent Garden – un palazzo

Alla scoperta del Fuori Salone

Quest’anno non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di passare una giornata al Fuori Salone, che mi era capitato di vedere “da lontano” qualche anno fa. Armata di scarpe comode e macchina fotografica ho vagabondato in Zona Tortona, sbirciando in cortili, negozi e autofficine.

Zona Tartina (Via Voghera 4) è lo spazio permanente ideato da Nimé Studio in cui sono stati presentati al pubblico tutti i nuovi progetti del 2012. Io mi sono innamorata subito di questo artista del circo, non è buffissimo? Presto sarà possibile acquistarli on-line, potrebbe essere un bel pensierino per Natale!

In occasione del Fuori Salone lo studio ha ospitato alcuni designer giapponesi, tra cui l’azienda Kna Plus, che realizza eteree borse utilizzando un materiale che più naturale non si può, il grano. L’avreste mai detto?

La tematica eco-friendly spuntava un po’ ovunque. Il laboratorio riCrea utilizza per esempio “materiali riciclati per un design ironico e un nuovo stile di vita”:

Riciclare, oltre che utile è anche chic, come dimostra l’azienda veronese Hell’s Kitchen:

Tanti gli oggetti di design che hanno catturato la mia attenzione all’interno dello spazio delle Officine della Torneria (Via Novi 5), come l’installazione luminosa di New Duivendrecht:

e il lavoro del Frederik Roijè Studio:

Mi è piaciuta moltissimo l’idea dell’olandese Weltevree di utilizzare oggetti-simbolo per descrivere i prodotti esposti, in questo caso una stufa:

Esplosione di colori nel design brasiliano…

…bianco&nero negli accessori francesi di Merci-Merci 

Ancora giochi di luce

E poi, scorci di Milano, scenografia nella scenografia.

Pinterest Inspirations: turquoise

Visto il colore del cielo, oggi, niente di meglio di un post turchese per cominciare la settimana!

1) Plates from www.casatreschic.blogspot.it via Danna Lisa
2) Feather clutch from www.wanelo.com via Stephanie Garcia
3) Teal doors from www.design-seeds.com via Leah Charlier-Laczny
4) Poster from www.wanelo.com  via Brittany Daughenbaugh
5) Turquoise jewelry from www.donlucas.kickme.to via Angelisa Schrader
6) Eggs from http://ffffound.com/ via  Cheri T.
7) Home decor from www.ana-white.com via Jennifer Jade

Pinterest Inspirations: Fifties

Tra i blog che seguo, questo mi piace moltissimo. Così tanto che ho deciso di “copiare” una delle rubriche che realizza, cominciando da oggi e per i prossimi lunedì. L’ispirazione saranno le immagini raccolte sul web e soprattutto, appunto, su Pinterest. L’ho scoperto qualche mese fa ed è diventato subito una droga!

Il tema con cui dare inizio a questa rubrica d’immagini sono gli anni ’50, che nel mio immaginario significano abiti a fiori, oggetti di design, stampe vintage e toni pastello.

1: dresses from www.modcloth.com via casey lane
2: 50s style kitchen from www.tumblr.com
3: rasperry from www.inspireddecorating.blogspot.com via danna lisa
4: bridal table setting from www.hellomagazine.com via danna lisa
5: roberts baby blue radio from www.seaseight.blogspot.it
6: juno armchair from http://www.switchedonset.com
7: toast poster from www.allposters.co.uk

Non viene voglia anche a voi di fare un salto nel tempo?