Alla scoperta del Fuori Salone

Quest’anno non mi sono lasciata sfuggire l’occasione di passare una giornata al Fuori Salone, che mi era capitato di vedere “da lontano” qualche anno fa. Armata di scarpe comode e macchina fotografica ho vagabondato in Zona Tortona, sbirciando in cortili, negozi e autofficine.

Zona Tartina (Via Voghera 4) è lo spazio permanente ideato da Nimé Studio in cui sono stati presentati al pubblico tutti i nuovi progetti del 2012. Io mi sono innamorata subito di questo artista del circo, non è buffissimo? Presto sarà possibile acquistarli on-line, potrebbe essere un bel pensierino per Natale!

In occasione del Fuori Salone lo studio ha ospitato alcuni designer giapponesi, tra cui l’azienda Kna Plus, che realizza eteree borse utilizzando un materiale che più naturale non si può, il grano. L’avreste mai detto?

La tematica eco-friendly spuntava un po’ ovunque. Il laboratorio riCrea utilizza per esempio “materiali riciclati per un design ironico e un nuovo stile di vita”:

Riciclare, oltre che utile è anche chic, come dimostra l’azienda veronese Hell’s Kitchen:

Tanti gli oggetti di design che hanno catturato la mia attenzione all’interno dello spazio delle Officine della Torneria (Via Novi 5), come l’installazione luminosa di New Duivendrecht:

e il lavoro del Frederik Roijè Studio:

Mi è piaciuta moltissimo l’idea dell’olandese Weltevree di utilizzare oggetti-simbolo per descrivere i prodotti esposti, in questo caso una stufa:

Esplosione di colori nel design brasiliano…

…bianco&nero negli accessori francesi di Merci-Merci 

Ancora giochi di luce

E poi, scorci di Milano, scenografia nella scenografia.